Scegli Categoria
Scegli Produttore
Tracking On-line
Controlla il Tracking della tua spedizione
Integratori. Energia. Prenditi cura dei tuoi capelli Promozioni in corso

Telemedicina, pandemia ha accelerato i tempi. Sanità pronta al digitale

Ma servono progetti concreti. Piattaforma WelCare esempio di successo.
Tele-consulto, tele-visita, tele-monitoraggio, ma anche applicazioni digitali per la salute e canali digitali per la collaborazione tra medici di diverse strutture ospedaliere, oltre all’utilizzo diffuso del fascicolo sanitario elettronico. Questi sono solo alcuni degli strumenti di telemedicina che stanno cambiando il volto della sanità. Se ne è parlato oggi nell’ambito dell’evento “La Salute Connessa”, promosso da Novartis, in occasione del lancio della piattaforma di telemedicina WelCare in oncologia ed ematologia, che mette in collegamento centri e medici specialisti di tutta Italia, per favorire lo scambio di informazioni e migliorare la gestione di pazienti con malattie come il tumore al seno, il melanoma, le neoplasie mieloproliferative croniche (MPN), la mastocitosi, la leucemia mieloide cronica (CML), ma anche pazienti candidati al trattamento con CAR-T. Al centro dell’incontro odierno, che ha coinvolto esperti del mondo scientifico, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni pazienti, i dati dell’analisi realizzata dall’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui la pandemia ha favorito l’utilizzo di piattaforme digitali di collaborazione tra medici e pazienti, con un utilizzo da parte dei pazienti salito di quasi 20 punti percentuali durante l’emergenza (da 11% a 30%). Oggi l’82% dei pazienti intervistati dichiara di volere utilizzare in futuro queste piattaforme.
Reti virtuali che cambiano le modalità di comunicazione tra medico e paziente e che aprono a nuove modalità di collaborazione tra medici. Un esempio concreto e di successo viene da WelCare. Nata lo scorso anno, in piena pandemia, grazie alla collaborazione tra Novartis e Welmed, la piattaforma di telemedicina WelCare ha favorito lo scambio di informazioni tra i medici e i centri erogatori della terapia avanzata CAR-T. Sulla base di questa esperienza, Novartis ha deciso di estendere il progetto e ha annunciato oggi l’ampliamento della piattaforma WelCare, per mettere in collegamento medici specialisti, che in tutta Italia si occupano, oltre che di CAR-T, anche di pazienti con altre patologie oncologiche ed ematologiche. WelCare è il primo passo di un percorso e di un impegno più ampio di Novartis in telemedicina, che continuerà con nuovi strumenti, per raggiungere direttamente il paziente sul territorio, a supporto di ambiti come quello della medicina generale.
Una risposta, quella di WelCare, ai bisogni di medici e pazienti, come confermano i dati dell’Osservatorio. L’analisi rivela infatti che tra i medici specialisti è alta la propensione all’utilizzo della telemedicina, con l’81% degli intervistati che vorrebbe ricorrere al tele-consulto e oltre 6 medici su 10 che vorrebbero utilizzare strumenti di tele-visita e di tele-monitoraggio. La telemedicina apre anche a nuove possibilità di gestione della pratica clinica, a partire dalla sistematizzazione di grandi quantità di dati, come spiega Fabrizio Pane, Professore ordinario di ematologia all’Università Federico II di Napoli e direttore A.F. ematologia della stessa Azienda Ospedaliera Universitaria: “L’utilizzo nella pratica clinica di tecnologie digitali permette la raccolta e la gestione di Big Data, di valore scientifico e clinico, che in futuro avranno un ruolo sempre più importante anche per informare le decisioni diagnostiche e terapeutiche. Piattaforme di scambio tra medici specialistici, come WelCare, permettono di sviluppare nuovi modelli di organizzazione della pratica clinica, in un’ottica più collaborativa ed efficace”.
Attraverso la digitalizzazione dei vari aspetti della pratica clinica, dall’accesso condiviso alla cartella clinica, allo scambio di file e tool per la discussione multidisciplinare, la piattaforma WelCare favorisce la gestione condivisa del paziente tra più medici sul territorio, con vantaggi in termini di qualità della cura e gestione delle risorse sanitarie, come commenta Saverio Cinieri, Presidente eletto AIOM: “La gestione di pazienti come quelli oncologici passa da percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali complessi, che spesso richiedono la stretta collaborazione tra centri specialistici e centri di trattamento sul territorio. Con la telemedicina questa logica viene semplificata e migliorata, perché grazie alle tecnologie digitali possiamo far viaggiare il dato e non il paziente, con notevoli risparmi e con un impatto significativo sulla vita dei pazienti e delle loro famiglie”.
 

Fonte: askanews.it 

Le altre news

La pediatra Maria Enrica Quirico presenta il suo nuovo libro. Un dia...
Federazione UNIAMO chiede al governo di promuovere il modello del nos...
Non devono mai mancare in una dieta equilibrata. Varietà, quantità, ...
Boom di richieste di adolescenti al chirurgo estetico. Labbra carnos...
Ma servono progetti concreti. Piattaforma WelCare esempio di successo...
Presentato al Senato il secondo Osservatorio "Silver Economy" di Tend...
+50% richieste. Soprattutto fra le trentenni. L’estate si avvicina e...
Tra i pazienti oncoematologici 80% di vaccinati. Amadori: "Tutti devo...
CTS: efficacia e sicurezza anche per questa fascia di età. La Commis...
Promossa da Novartis con le associazioni dei pazienti. Il mal di sch...
Smettere è il primissimo atto amore che possiamo fare per nostri figl...
Indagine SWG in occasione della Giornata Mondiale. In occasione dell...
Riflessioni dopo il convegno di Motore Sanità e Diabete Italia. Tra ...
Ecco la nuova frontiera contro le malattie (oggi) incurabili. Il 203...
Metanalisi su 184.389 persone arruolate in 9 studi indipendenti. L’u...
Il chirurgo plastico: effetto isolamento sociale, disinibiti da oblio...
Per rendere il mondo della salute più accessibile ai cittadini È con...
Può consumo olio extravergine ridurre l'invecchiamento cognitivo? Pu...
Lo stress provocato da pandemia mette in tensione organismo Uno sbad...
Dal 21 marzo disponibile negli store.Dal 21 marzo sarà scaricabile in...
A svilupparlo Sant'Anna Pisa e Istituto Rizzoli. Bene primi test. Gr...
Sempre più aziende si affidano a questa pratica scientifica per i pro...
Il chirurgo plastico: 5 cm in più di girovita con smartworking. Un a...
Signorile: "Sostanze chimiche che oltrepassano la placenta". Una mal...
Filler per naso, mandibola e labbra, botulino e "foxy eyes". Nonosta...
Ricerca team internazionale guidato da Campus Biomedico. Fermare lo ...
In risposta a elevati livelli di ansia e depressione e di stress. Un...
Su Lancet studio Cardiologia Città della Salute con PoliTo e UniTo. ...
Il dott. Lodigiani dell'Istituto Oftalmologico di Piacenza Come la te...
Un aiuto per la prevenzione di infarti e ictus Delle oltre 224.000 mo...
Lo suggerisce studio in laboratorio su ruolo neurotrasmettitore Grand...
Fare il pieno di vitamine B, D, E. Occhio a caffeina e cibi spazzatur...
Commissione si deve esprimere su sei raccomandazioni. I 53 stati memb...
La Fondazione: ad oggi ritardo diagnostico di 8-9 anni. Dalla saliva ...
UnionFood: 60% non fa attività fisica ma spuntino uguale per tutti. A...
I dati dell'Iss in vista della Giormnata Mondiale del 1 dicembre. Dim...
SISSA: da team italiano tecnica per rilevare proteina TDP-43 Un test ...
In vista del Natale, tool fruibile da smartphone, tablet e pc Si chia...
Ricerca atenei Catania e Parma e Istituto Tumori Regina Elena di Roma...
Aimo: il covid ha fermato tutto ma la patologia è andata avanti Otto ...
Da AME una guida in 7 punti per una gestione "personalizzata" Le donn...
Segnalati 101 casi fra gennaio e marzo Nessun caso di morbillo in Ita...
No al fai da te. Ascoltare anche consigli del farmacista Si rafforza ...
L'oculista: postura e distanza adeguate e luce solare Tornati sui ban...
Nuovo primato mondiale ricerca pisana su ruolo proteina prionica Rom...
Tra i primi casi in Italia di operazione alla 20ma settimana gravidan...
Studio sull'influenza del metabolismo nella tendenza a dire bugie Ro...
Studio Università Bologna: possibile superare ricordi traumatici Rom...
Per sensibilizzare sulle fragilità ossee Corretto stile di vita e cos...
Unitrento: importante riconoscerle per intervenire in modo mirato L’a...
Parte da Napoli il Network con 16 ospedali in rete L’ arteropatia per...
E' la prima volta in Italia: diagnosi per 6 piccoli Oltre 30mila neon...
Ma aumentano nuovi casi fra i più giovani. Quaderno informativo Aiom ...
L'ad di Teva Italia racconta il mercato italiano degli equivalenti I...
Endocrinologi Ame: meglio intervenire tempestivamente Alopecia andro...
In leggero aumento il numero dei medici obiettori In totale nel 2018...
Dal campo alla tavola. Produzione, commercializzazione e consumo degl...
Piovella: 30 secondi di stop ogni 20 minuti mantiene occhio in forma....
Almeno per gli anziani più fragili. Sbloccare il lockdown indipendent...
Materiali comuni e software gratuito: già in uso in tre strutture. No...
06 6859 2088 il numero per contattare i pediatri dell'Ospedale. Nel p...
Prandini: attenzione perché mancano lavoratori per la raccolta Con l’...
L’emergenza sanitaria globale innescata dalla diffusione del Coronavi...
Fino al 12 giugno in Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Piemonte Conf...
"Internalizzazione servizi si interseca con emergenza coronavirus" L...
Rapporto diretto alimentazione-microbiota intestinale-salute. Effett...
Pigmenti rossi, blu e viola presenti in frutta, verdura e cereali. I...
"Il mio telefono", realizzato da Parole O_stili. All’età di 4-10 ann...
Essere iperprotettivi nei confronti dei figli, anche se cresciuti, me...
Cresce in Italia la web-dipendenza negli studenti tra gli 11 e 16 ann...
  ROMA - Ogni giorno di eccessi a tavola, ogni sigaretta, ogni ora di...
Sono stati circa 254.000 gli assuntori di doping in Italia nel 2011 p...
Le multinazionali di cibo, bevande e alcol stanno usando le stesse st...
ROMA - Diversi pazienti interrompono la terapia preventiva cardiovasc...
ROMA - Italiani in buona salute ma con il rischio di perdere il vanta...
Il latte materno contiene oltre 700 specie di batteri diversi. Lo han...
ROMA - Quasi la metà dei medici di medicina generale (il 48,6%) ritie...
La dieta mediterranea riduce del 30% il rischio di attacchi di cuore,...
Seguire un'alimentazione molto “colorata” di rosso e sfumature intens...
Le convinzioni personali influenzano l'apprendimento. Secondo i ricer...

Powered by: Prenofa - Web design: Fulcri srl - Privacy Policy